Browse Category

Trendiest Economia e Finanza

Alumni Bocconi: le sfide del digitale nel mondo della comunicazione

Innovazione è la parola che meglio rappresenta il mondo di oggi, ma è anche la parola che guida il lavoro del gruppo Topic Digital e Innovation dell’Università Bocconi. Un team composto da 30 persone  porta la propria  esperienza lavorativa nel mondo accademico tramite webinar, incontri, ecc. Anita Lombardi, MBA Executive ne sottolinea l’aspetto più importante: […]
L’articolo Alumni Bocconi: le sfide del digitale nel mondo della comunicazione proviene da ASSODIGITALE – News Bitcoin Ethereum ICO Criptovalute Tecnologia.

MAB SOLUTION: il battesimo presso Banca Mediolanum

di Letizia Dehò MAB SOLUTION inaugura l’inizio della sua attività. Un nuovo modo di fare consulenza che mette a disposizione del cliente, solitamente imprenditore, competenze e servizi personalizzati per l’equilibrio dell’azienda e dei suoi dipendenti, ma anche soluzioni alle problematiche aziendali quotidiane. La strategia di fondo è di stare vicino al cliente per un periodo a lungo termine. […]
L’articolo MAB SOLUTION: il battesimo presso Banca Mediolanum proviene da ASSODIGITALE – News Bitcoin Ethereum ICO Criptovalute Tecnologia.

Accesso al credito garantito alle Piccole Medie Imprese lombarde

Fonte: www.pmi.it  Grazie a un plafond di quasi 10 milioni di euro, la Regione Lombardia vara nuove misure per agevolare l’accesso al credito delle imprese nell’ambito della linea di intervento ‘Controgaranzie 2’. La delibera dell’amministrazione regionale, infatti, è finalizzata a facilitare l’accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese e dei liberi professionisti, ma […]
L’articolo Accesso al credito garantito alle Piccole Medie Imprese lombarde proviene da ASSODIGITALE – News Bitcoin Ethereum ICO Criptovalute Tecnologia.

Commissione Europea. Previsioni economiche d’inverno 2019

Previsioni economiche d’inverno 2019: la crescita frena in un contesto di incertezza globale L’economia europea dovrebbe crescere per il settimo anno consecutivo nel 2019, con previsioni di espansione in tutti gli Stati membri. In generale si prevede una frenata del ritmo di crescita rispetto ai tassi elevati degli ultimi anni e le prospettive sono soggette […]
L’articolo Commissione Europea. Previsioni economiche d’inverno 2019 proviene da ASSODIGITALE – News Bitcoin Ethereum ICO Criptovalute Tecnologia.

Perché le società “benefit” sono sempre più numerose in Italia

Il concetto di Società Benefit è stato introdotto nel 2010 come “benefit corporation” negli Usa e ora è in fase di diffusione in vari Paesi del mondo. L’Italia è stato il primo Paese al di fuori degli Stati Uniti ad avere introdotto questo modello nel gennaio 2016. L’ITALIA Nel 2016, dopo due anni di lavoro, […]
L’articolo Perché le società “benefit” sono sempre più numerose in Italia proviene da ASSODIGITALE – News Bitcoin Ethereum ICO Criptovalute Tecnologia.

Adam Smith Society: occupazione e consumi oggi in Italia

di Letizia Dehò ORA ET LABORA “Ora et labora” è il titolo della conferenza che l’Adam Smith Society dedica al tema : ”Occupazione e consumi: la combinazione ideale tra misure di policy e interventi normativi”. Un incontro che casca a pennello dopo i provvedimenti presi dal governo la scorsa settimana circa la chiusura domenicale dei […]
L’articolo Adam Smith Society: occupazione e consumi oggi in Italia proviene da ASSODIGITALE – News Bitcoin Ethereum ICO Criptovalute Tecnologia.

Al Rayan: la banca islamica fa faville a Londra

I profitti attirano i non musulmani del Regno Unito, di Singapore e le banche conformi alla Sharia di Chiara Zaraga Secondo le dichiarazioni delle più grandi banche islamiche al dettaglio nel Regno Unito, a Singapore e in Malesia, il 55% di tutti i nuovi clienti di Al Rayan nel Regno Unito lo scorso anno erano […]
L’articolo Al Rayan: la banca islamica fa faville a Londra proviene da ASSODIGITALE – News Bitcoin Ethereum ICO Criptovalute Tecnologia.

E-commerce nel 2018 e nuovi trend per il 2019

Idealo, azienda di comparazione prezzi leader in Europa, ha comunicato gli interessanti risultati di una ricerca sull’e-commerce. L’e-commerce nel 2018 – La maggior parte dei consumatori digitali interessati ad acquistare online nel 2018 è stata sotto i 44 anni di età (59,2%). Nel dettaglio, i più interessati a comparare le offerte online sono stati gli adulti tra i […]
L’articolo E-commerce nel 2018 e nuovi trend per il 2019 proviene da ASSODIGITALE – News Bitcoin Ethereum ICO Criptovalute Tecnologia.

L’agricoltura in prima pagina. Convegno a Milano sull’informazione

Durante il convegno Agricoltura in prima pagina, il 13 dicembre dalle ore 09:30 presso la Sala degli Affreschi di Palazzo Isimbardi – Via Vivaio 1, Milano, CRIET e Casa dell’Agricoltura proporranno un’occasione per riflettere sulla capacità che l’informazione ha maturato nel trasmettere i contenuti scientifici e culturali che sostengono il settore su cui si regge la vita degli individui. Tratto […]
L’articolo L’agricoltura in prima pagina. Convegno a Milano sull’informazione proviene da ASSODIGITALE – News Bitcoin Ethereum ICO Criptovalute Tecnologia.

L’infrastruttura e l’iniziativa commerciale della Cina hanno un enorme potenziale per la finanza islamica

di Chiara Zaraga – www.actionnews.it
La Belt and Road Initiative (BRI), annunciata dalla Cina nel 2013, introdurrà una ventata di opportunità tra i settori dell’economia islamica, visto che circa 27 dei 65 paesi che hanno aderito allo schema di sviluppo economico transcontinentale sono a maggioranza musulmana, hanno detto gli esperti del settore e accademici. “La strategia abbraccia la regione continentale cinese verso il Medio Oriente e oltre l’Africa. Quindi, non c’è dubbio che l’opportunità che questa regione offre e si presenti è davvero straordinaria “, ha dichiarato Abdulla Mohammed Al Awar, Amministratore delegato del Centro per lo sviluppo dell’economia islamica di Dubai (DIEDC), a Salaam Gateway a margine del vertice sull’economia islamica globale ( GIES) 2018 la scorsa settimana. “Questa regione ha molte economie e giurisdizioni islamiche che hanno una vasta base di consumatori musulmani, quindi è naturale che i settori dell’economia islamica contribuiscano allo sviluppo dell’Iniziativa Belt and Road, sia che si tratti di finanziamenti o scambi islamici prodotti halal. C’è più di un’opportunità lì “, ha aggiunto.
Lanciata dal presidente cinese Xi Jinping nel 2013, la BRI è una delle più grandi infrastrutture e progetti di investimento al mondo, che copre più di 68 paesi, tra cui il 65% della popolazione mondiale e il 40% del prodotto interno lordo globale (PIL ). La Cina spende quasi $ 150 miliardi l’anno nei paesi che hanno aderito all’iniziativa, che comprende i sei paesi del Consiglio di Cooperazione del Golfo (GCC) tra i 13 del Medio Oriente. Secondo gli ultimi dati dell’Ufficio Nazionale di Statistica della Cina, il commercio di merci tra Cina e paesi lungo la rotta ha già superato i 5 trilioni di dollari, con gli investimenti totali della Cina nelle zone di cooperazione economica e commerciale in questi paesi che raggiungono $ 28,9 miliardi negli ultimi cinque anni. A livello regionale, gli Emirati Arabi Uniti sono all’avanguardia. Si prevede che il commercio bilaterale tra Emirati Arabi Uniti e Cina toccherà $ 58 miliardi quest’anno, dopo aver attraversato $ 35 miliardi nei primi nove mesi del 2017, ha detto il ministro dell’Economia degli Emirati Arabi Uniti Sultan Al Mansoori durante la visita di stato di tre giorni del presidente cinese Xi Jinping in Luglio.
Per la finanza islamica, le opportunità sono illimitate, dicono gli esperti. “Il commercio e la crescita degli investimenti dall’iniziativa cintura e strada attraverso gli Emirati Arabi Uniti in generale e Dubai, in particolare, è probabile che aprirà enormi opportunità per le istituzioni finanziarie islamiche locali e regionali. Queste istituzioni saranno gli attori chiave nella catalizzazione della mobilitazione di fondi “, ha detto il dottor Adnan Chilwan, Chief Executive Officer di Dubai Islamic Bank, mentre si rivolgeva a un panel al GIES 2018. “Non si tratta solo di finanza islamica. L’economia islamica in generale può trarne beneficio: stiamo parlando di ospitalità, moda, industria farmaceutica e molti settori. La finanza islamica è solo un catalizzatore per guidare e supportare tutti gli altri settori chiave “. Parlando al fianco di Chilwan, il professor Wang Yiwei, direttore dell’Institute of International Affairs, Center for European Studies, Renmin University, ha affermato che il principio stesso del finanziamento basato sulle attività e della condivisione dei rischi, che è al centro del finanziamento islamico, può giocare un ruolo significativo ruolo nella raccolta di fondi per progetti relativi allo sviluppo delle infrastrutture. “Il coinvolgimento delle principali istituzioni islamiche dal Medio Oriente dovrebbe contribuire alla mobilitazione della liquidità dalla regione”, ha affermato. Il professor Nabil Baydoun, vicerettore degli affari accademici presso la Hamdan Bin Mohammed Smart University di Dubai, ha aggiunto che la finanza islamica potrebbe contribuire a colmare il deficit di finanziamento. Per l’iniziativa sono necessari quasi 4 trilioni di dollari fino al 2023, ha affermato. “C’è un bisogno. C’è un deficit di finanziamento. Ci sono soldi lì È molto facile fare un caso per la finanza islamica “, ha detto durante la tavola rotonda.
 
Ci sono molte opportunità perché la Cina finanzia progetti infrastrutturali attraverso BRI, che ha un impatto su molti paesi a maggioranza musulmana, secondo l’amministratore delegato della Fondazione Responsible Finance & Investment (RFI), Blake Goud. “Laddove possibile, questi progetti dovrebbero cercare di sfruttare sia il cambiamento della finanza islamica verso pratiche di finanza responsabile, sia il crescente impegno della Cina nello sviluppo di green finance”, ha detto Goud a Salaam Gateway. “I progetti finanziati come parte dell’iniziativa dovrebbero essere allineati al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sociale (SDG), dovrebbero tenere conto dei rischi ambientali e sociali nella fase di costruzione e dovrebbero includere un’analisi sufficiente relativa ai rischi fisici derivanti dai cambiamenti climatici” disse Goud. “In questo modo, possono essere contributori a lungo termine, durevoli e produttivi allo sviluppo economico, sociale e ambientale dei paesi coinvolti nell’iniziativa cintura e strada”, ha aggiunto. Il dott. Paul J. Hopkinson, capo della scuola associato per la Scuola di scienze sociali dell’Università Heriot-Watt di Dubai, ha aggiunto: “È uno sviluppo importante per questa regione e anche per altre regioni adiacenti. Una cosa che crescerà come risultato della BRI è la finanza islamica “. “Ci sarà una crescita significativa nel coinvolgimento della finanza islamica in quei progetti, che darà una spinta all’economia islamica”, ha detto Hopkinson.
 
I musulmani hanno speso 2,1 trilioni di dollari nel settore alimentare, delle bevande e dello stile di vita dell’economia islamica nel 2017, con una spesa destinata a raggiungere i 3 trilioni di dollari entro il 2023, secondo lo State of the Global Islamic Economy Report 2018/19. Cibo e bevande hanno rappresentato la quota maggiore della spesa con $ 1,3 trilioni, seguiti dalla moda ($ 270 miliardi), media e intrattenimento ($ 209 miliardi), viaggi ($ 177 miliardi), prodotti farmaceutici ($ 87 miliardi) e cosmetici ($ 61 miliardi). Le sezioni principali della terra e delle vie della seta marittima sono il Medio Oriente, l’Asia centrale, l’Asia meridionale e il Sud-Est asiatico, aree in cui l’Islam è una religione dominante, il dott. Hashim Suleiman Hussein, capo dell’Organizzazione per lo sviluppo industriale delle Nazioni Unite, Investimenti e Tecnologia Ufficio di Promozione – Regno del Bahrain, ha dichiarato al Gateway di Salaam. “Pertanto, i paesi islamici sono molto critici per il successo dell’attuazione del BRI. I paesi islamici hanno molto da guadagnare e contribuire ad essere un giocatore attivo in questa nuova economia mondiale “. Mentre il principale beneficiario, per ora, è il commercio, specialmente guardando alla bilancia commerciale tra i paesi islamici e la Cina, Hussein ritiene che questo potrebbe essere spostato attraverso lo sviluppo di solidi partenariati tra imprenditori, che garantiranno il raggiungimento di uno “sviluppo reale” ed è “l’unica strada per una situazione win-win per tutte le parti”. Nel luglio di quest’anno, il presidente Xi ha promesso un pacchetto di 20 miliardi di dollari in aiuti finanziari alle nazioni del Medio Oriente per stimolare la crescita economica nella regione. “Ciò fornisce una chiara testimonianza del fatto che esiste ancora un enorme spazio per lo sviluppo e la cooperazione economica tra la Cina e il mondo arabo”, ha detto Hussein.
Chiara Zaraga
L’articolo L’infrastruttura e l’iniziativa commerciale della Cina hanno un enorme potenziale per la finanza islamica proviene da ASSODIGITALE – News Bitcoin Ethereum ICO Criptovalute Tecnologia.

  • 1
  • 2